Video anno 2021

2021 nov 10 - Vittorino Andreoli riceve la Chiave della Città di Verona

10 novembre 2021 - Vittorino Andreoli riceve la Chiave della Città di Verona dal Sindaco di Verona Federico Sboarina. Nell'auditorium della Gran Guardia, il sindaco Federico Sboarina ha consegnato le Chiavi della Città di Verona e una targa celebrativa al professor Vittorino Andreoli, psichiatra, scrittore e accademico veronese che, nonostante i tanti viaggi e gli impegni professionali nel mondo, ha sempre mantenuto un forte legame con la città e i veronesi. La motivazione del prestigioso riconoscimento, come riportato sulla targa, per “l’illustre concittadino Prof. Vittorino Andreoli, psichiatra e accademico di fama mondiale, che mai ha dimenticato il legame con la sua comunità di origine”. Sindaco Federoco Sboarina ha dichiarato: “un Veronese illustre sempre legato al nostro territorio”

2021 nov 6 - Vittorino Andreoli per Fondo Alto Borago. Salvare l'ambiente è salvare noi stessi

6 novembre 2021 COME L’AMBIENTE IN CUI VIVIAMO INFLUISCE SULLA NOSTRA SALUTE MENTALE - Prof. Vittorino Andreoli Lectio magistralis del Professor Vittorino Andreoli all'Università di Verona il 6 novembre 2021. Evento organizzato da Universita` di Verona/Gruppo Radici dei Diritti e Associazione Il Carpino - Progetto Fondo Alto Borago Fonte: Fondo Alto Borago

2021 ott 14 - RAI 3. Quante storie. All'origine della coscienza

14 ottobre 2021. RAI 3. Quante storie. All'origine della coscienza I progressi tecnologici che permettono di osservare il cervello umano in modo sempre più approfondito non risolvono il mistero della nostra mente. In questo mistero di addentra lo psichiatra Vittorino Andreoli, ospite di Giorgio Zanchini a Quante Storie, con una teoria sulla coscienza che, mettendo a frutto una lunga esperienza di laboratorio, coniuga il sogno e la meditazione, la morale e il sesso, la razionalità e la follia. Fonte: RAI 3

2021 sett 18 - Lectura Dantis franciscana. Parole di Dante per l'uomo d'oggi

18 settembre 2021 - Lectura Dantis franciscana. Parole di Dante per l'uomo d'oggi. Officina San Francesco Bologna Biblioteca San Francesco Bologna PAURA (Inferno I) Presentazione del canto Fonte: canale Officina San Francesco Bologna

2021 luglio - Vittorino Andreoli. Cervello mente e anima.

2021 luglio - Vittorini Andreoli. Cervello, mente e anima. Tra scienza, filosofia e religione Vittorino Andreoli parla della differenza tra cervello, mente e anima. Il cervello è la macchina da cui emergono una serie di funzioni, che, messe insieme, costituiscono la mente, la psyché, che è una proprietà del cervello. La psyché si può tradurre anche con il termine anima, ma la mente e la psyché oggi non corrispondono all’anima, come era concepita dai filosofi, a cominciare da Aristotele, perché l’anima possiede le caratteristiche dell’immaterialità e dell’immortalità. "Si deve parlare di mente per le funzioni che sono legate al cervello, mentre l’anima è materia per i filosofi e i religiosi: la mente è qualcosa di umano, l’anima è qualcosa di teologico." Fonte: Rai Cultura

2021 luglio - Vittorino Andreoli. Elogio dell'errore. Rai Cultura

luglio 2021 - Vittorino Andreoli. Elogio dell'errore. Il senso di colpa utile. "In questa società sta morendo il senso di colpa, perché domina il senso della vergogna: si può fare tutto purché non si venga scoperti. " "ll senso di colpa è il segnale dinamico di un’elaborazione tra quelli che Freud chiamava l’io attuale e l’io ideale. L’errore in questo modo non è più valutato dall’esterno ma è oggetto di una autovalutazione." Fonte Rai Cultura

2021 luglio - L' uomo col cervello in tasca - Rai Cultura

luglio 2021 - L' uomo col cervello in tasca Come la rivoluzione digitale sta cambiando i nostri comportamenti "Il cervello ha la possibilità della fantasia, ossia di immaginare cose che non ci sono ed è anche capace di intuire, di percepire qualcosa che poi cerca di rappresentare, quindi possiede la creatività, può inventare cose che non esistevano prima. " "Se una modalità di relazione familiare viene bloccata e non si sentono più le relazioni umane, si è spostata una condizione esistenziale fondamentale della società, che è quella dell’interrelazione, aprendo la strada ad una specie di solipsismo: uomini separati tra loro, riuniti in piazze solo virtuali, con una perdita di umanità. " "Ma perché preferiamo i social agli aspetti sociali reali? Perché nel digitale possiamo far sparire tutto ciò che non ci piace, mentre nella realtà dobbiamo affrontare e risolvere gli inevitabili conflitti. " "Anche se non è possibile rinunciare agli strumenti digitali, il cui uso va però certamente limitato, il cervello umano non è mai da sostituire: dobbiamo cercare una collaborazione tra il nostro cervello e la tecnologia. " Fonte: Rai Cultura

2021 luglio - Vittorino Andreoli riscrive "Pinocchio" di Carlo Collodi - Rai Cultura

luglio 2021 - Vittorino Andreoli riscrive "Pinocchio" di Carlo Collodi L'amore come metodo educativo. Pinocchio è la più bella favola della nostra tradizione culturale e l’ho “riscritto” perché credo che questo romanzo sia ancora utile per la pedagogia moderna, per far crescere bene i bambini e per rendere attuale il messaggio di Collodi, che aveva scritto Pinocchio nel 1883 a puntate su un giornale per bambini. Il naso di Pinocchio è la misura dei suoi desideri. La bugia di Pinocchio, a differenza della menzogna, non fa male a nessuno ed è solo l’espressione del suo desiderio di diventare bambino ed è l’affetto della Fatina e l’amore di Geppetto che rendono possibile questa trasformazione. L’educazione ha bisogno dell’affettività: grazie ai sentimenti Pinocchio diventa non solo un bambino ma un bambino meraviglioso. Al contrario, la violenza non educa mai e l’insegnamento quasi automatico del Grillo Parlante nemmeno. Oggi c’è bisogno delle favole ed è necessario che le favole siano piene d’amore, l’amore che non si trova nel mondo virtuale, dove ci sono tante cose, ma non i sentimenti. Fonte Rai Cultura

2021 giu 10 - Vittorino Andreoli. Le conseguenze psicologiche della pandemia. Rai Cultura

10 giugno 2021 - Vittorino Andreoli. Le conseguenze psicologiche della pandemia. Rai Cultura Vittorino Andreoli, intervistato nel giugno 2021, per la prima volta dall’inizio della pandemia, parla delle conseguenze psicologiche che hanno subito le persone e in particolare gli adolescenti. Si tratta della prima pandemia della storia umana, che ha procurato un trauma collettivo, colpendo un’umanità già malata che si reggeva su un precario equilibrio che è stato completamente scardinato e che ha sconvolto una delle caratteristiche principali dell’uomo ossia la socialità, mandando in crisi le relazioni umane, dall’amicizia all’amore. Sono scattati meccanismi difensivi, dall’ossessività di chi vedeva l’altro come un possibile untore, quindi come un nemico a chi arrivava alla negazione del pericolo. Fonte Raicultura

2021 giu 07 - RSI Radiotelevsione Svizzera * 60 Minuti

07 giugno 2021- RSI Radiotelevisione Svizzera * 60 Minuti 60 Minuti - Vittorino Andreoli intervistato da Reto Ceschi su "Come siamo usciti dall'esperienza della pandemia?"

2021 mag 26 - Suor Maria Laura Mainetti e la grandezza della sua umanità

26 maggio 2021 - Suor Maria Laura Mainetti e la grandezza della sua umanità Lo psichiatra Vittorino Andreoli interviene sulla figura di suor Maria Laura Mainetti. La sua capacità di perdono ha sempre colpito Andreoli: lei è un vero modello per i giovani, si è preoccupata degli altri anche in punto di morte... Fonte: Il settimanale della diocesi di Como

2021 mag 20 - Covid-19: La prima pandemia del mondo globalizzato

20 maggio 2021 - Covid-19: La prima pandemia del mondo globalizzato Effetti psichici e comportamentali del trauma pandemico a breve e a lungo termine. Fonte: Istituto Lombardo - Accademia di Scienze e Lettere
Load more...


Copyright © 2015 - Vittorino Andreoli
vittorinoandreoli.it è una realizzazione Passport